Inaugurazione presso la Galleria Losano Associazione Arte e Cultura Via Savoia, 33 – Pinerolo della mostra “Il peso e la sua leggerezza”

Periodo:  dal 7 settembre al 15 ottobre 2017

Una personale dell’artista tedesca Carin Grudda, dove verranno esposti una selezione di dipinti, grafiche e sculture, della recente produzione artistica. Si tratta di particolari opere dipinte su tele a strappo, oltre ai suoi caratteristici “legni bruciati” che si offriranno da quinta per la presentazione degli ultimi bronzi raffiguranti fantastici personaggi nella favolistica e avvincente narrazione che la caratterizza.
La mostra cercherà di sorprendere il visitatore cercando di rispondere al quesito presente nel testo di presentazione della mostra: Quanto pesa la scultura di Papaghena fusa in bronzo?
Centinaia e centinaia di chili. Eppure è leggerissima, sembra addirittura volare.
Questa è la magia di Carin Grudda, utilizzare materiali densi e massicci, o segnati dall’usura e dal tempo per dare vita a creature nuove, che si muovono leggere e libere e portano al mondo la loro bellezza, la loro innocenza, il loro cuore.

Metafora potente della nostra esistenza in cui le cose più profonde, più serie, più pesanti, possono essere espresse nella loro essenza piùvera solo attraverso la leggerezza.
Leggerezza che però sa anche farsi forza, quando le forme si accrescono e si fanno grandi per sostenere l’abbraccio dei bambini, che riconoscono l’anima di queste creature e le abbracciano, le accarezzano, le cavalcano, si appoggiano a loro… a Pegasus, Blau Miao, Papagheno. Queste opere rimarrano esposte nel centro storico fino al 26 novembre.

Quest’ultima poi ha occhi e naso, ma niente bocca. La sua voce è affidata al canto dell’uccello posato sul suo capo e a quello, più minuto, appollaiato sul piede. Per Carin questi animali belli ed eleganti non sono che piccoli angeli, cantori di cose celesti, dal cielo alla terra, dai piedi alla testa.

Opere che non resteranno confinate solo all’interno dalla galleria, ma cercheranno di invadere il centro storico cittadino con grandi bronzi monumentali, per un’anticipazione di quella che sarà l’embrione della più ambiziosa Biennale di scultura Città di Pinerolo… un sogno a cui vogliamo credere!

Comments are closed.